"Quando gli uomini condividono il pane condividono la loro amicizia...."

lunedì 24 aprile 2017

riso e lenticchie speziati





Un piatto unico strepitoso!!! Leggero e allo stesso tempo nutriente, coloratissimo e profumato di oriente, si prepara in un batter d'occhio o meglio nel tempo di cottura del riso...ottimo anche da portarsi a lavoro o a scuola...buonissimo perfino riscaldato....o anche freddo in estate.

Servono a testa:
 70 g di riso basmati integrale ( o quello che preferite)
30 g di lenticchie nere
cipolla bianca
Aglio
1/2 cucchiaino di curcuma
1/2 cucchiaiono di chilly
1/2 cucchiaino di tandoori masala
1 accenno di ginger
sale q.b.
acqua
olio
prezzemolo per decorare










Far appassire la cipolla bianca tagliata e l'aglio in padella con olio e un goccio d'acqua, aggiungere le spezie.








lasciar insaporire per 5 minuti. Aggiungere il riso e le lenticchie, tostare girando per non far attaccare al fondo. Aggiungere l'acqua e lasciar cuocere per il tempo indicato per il riso scelto.






trascorso il tempo, togliere dal fuoco, lasciar riposare per 5 minuti, decorare con prezzemolo fresco e servire.







venerdì 21 aprile 2017

regalo con mele e uvetta



Buonissima, sanissima, semplicissima, velocissima, profumatissima....purtroppo non si riesce a smettere di mangiarla, ma dopo tutto i danni sono limitati e allora che aspettiamo.... basta procurarsi:

5 mele 
5 fogli di pasta fillo
olio di semi per spennellare
130 g di uvetta








Il procedimento è del tutto banale. Scaldare il forno a 180°. Spennellare ciascun foglio di pasta fillo con pochissimo olio, disporli in una teglia a bordi alti , l'uno su l'altro , ruotandoli così  che l'eccesso del foglio di pasta cada fuori della teglia in modo da coprirla totalmente.Tagliare le mele a fettine sottili, disporle sulla base della tortiera, alternandole a strati di uvetta. A questo punto piegare i lembi ricadenti sopra il ripieno di mele e uvetta in modo da chiuderlo quasi del tutto, infornare per una mezz'oretta circa.
Lasciar raffreddare e spolverizzare con zucchero a velo prima di servire.






domenica 16 aprile 2017

Caprese bianca

Una vera magia questa caprese bianca......



Ecco svelato il dessert di Pasqua 2017....
un guscio morbido e profumatissimo sormontato da una nuvola inebriante di panna cosparsa di scorza di limone e cioccolata bianca grattugiata : semplicemente conturbante!







Ecco cosa serve:

200 g Farina di mandorle
50 g fecola 
200 g cioccolato bianco 
100 g zucchero di canna 
5 uova
50 g di burro fuso
80 g di olio di semi
1 fiala di aroma al limone
scorza di 3 limoni
succo di 1 limone
30 g limoncello 
  1 busta lievito dolci


Montare le uova con lo zucchero per almeno 15 minuti, devono quintuplicare il loro volume. Unire l'olio a filo ed il burro fuso, la scorza grattugiata dei limoni, il succo, il limoncello sempre continuando a montare. Aggiungere la fecola e la farina setacciate facendo attenzione a non smontare il composto. Distribuire in stampi da muffins o in una tortiera del diametro di 24 cm.  e infornare a 170° per 20 minuti circa nel caso delle monoporzioni, altrimenti, nel caso della torta di 24 cm per 50 minuti.
Decorare con panna montata spolverizzata con scorza di limone e cioccolata bianca grattugiate




giovedì 13 aprile 2017

Pan di ramerino del giovedì Santo




Siamo nuovamente alla vigilia del giovedì santo e come consuetudine eccomi a preparare i panin di ramerino tradizionali....è stata la prima ricetta postata nel lontano 2011, esattamente il 22 aprile, allora usavo ancora la farina 00 per i miei dolci, adesso non più....la nuova ricetta non è cambiata di molto, ho usato solo un po' più di olio e molto meno lievito di birra per rendere morbidi anche il giorno successivo i panini, ovviamente nel tentativo che durino....al giorno dopo....

Per la biga

100 g di semola rimacinata
60 g di acqua
4 g di lievito di birra

La biga si impasta la sera precedente e si lascia lievitare tutta la notte, io l' ho messa  nel forno chiuso.


per l'impasto

4 g di lievito
400 g di semola rimacinata
50 g di zucchero
200 g di acqua
90 g di olio
150 g di uvetta
sale q.b.
la biga
rosmarino a piacere
vinsanto 2 cucchiai
uovo per la doratura
acqua e zucchero in parti uguali per lo sciroppo







Mettiamo l'uvetta in ammollo nel vinsanto per un'oretta.Tritiamo il rosmarino e facciamolo appena soffriggere in una padella insieme all'olio d'oliva. Mentre l'olio aromatizzato al rosmarino diventa tiepido, impastiamo nella planetaria la biga con il lievito sciolto in metà acqua, la farina e lo zucchero, lavoriamo bene per alcuni minuti, aggiungiamo il sale sciolto nell'acqua restante.Continuiamo a lavorare con il gancio, facendo incordare l'impasto, adesso aggiungiamo l'olio ed il rosmarino, impastiamo per una decina di minuti a bassa velocità, mantenendo sempre l'incordatura ed infine aggiungiamo l'uvetta strizzata.
Lasciamo riposare il tutto per almeno un quarto d'ora al tiepido. Suddividiamo l'impasto in panini, pirliamoli e posizioniamoli in una teglia, ben distanti l'uno dall'altro in modo che crescano bene durante la lievitazione, incidiamo una croce su ognuno e lasciamo riposare fino al raddoppio.
Lucidiamo con tuorlo sbattuto insieme ad un po' d'acqua, inforniamo a 180° per 20 minuti circa, dovranno diventare gonfi e dorati.
Prepariamo lo sciroppo con lo zucchero e l'acqua e spennelliamoli non appena li toglieremo dal forno, ancora caldi sono a dir poco irresistibili....





mercoledì 12 aprile 2017

Labna ovvero formaggio morbido di yogurt























Buonissime queste palline di morbido formaggio allo yogurt cosparse di peperoncino, origano, erba cipollina, o quello che volete....la loro vista stimola l'appetito, si sciolgono in bocca e ...una tira l'altra. Fantastiche per un pic nic in campagna o al mare, con la bella stagione e le vacanze pasquali in arrivo
La ricetta è semplicissima:


Servono

500 g di yogurt intero
sale q.b.
olio extra vergine di oliva
peperoncino triturato
erba cipollina





Si procede come per lo yogurt filtrato, infatti si lascia scolare in un recipiente lo yogurt intero, avvolto in un canovaccio a trama stretta, per almeno 6 ore, meglio 8 o tutta una notte.
Una volta che lo yogurt prende l'aspetto di un formaggio morbido condire con olio e sale, fare delle piccole palline, aiutandosi con un cucchiaino e passarle nel peperoncino, origano, erba cipollina, semi di papavero o come piu' vi ispira.













venerdì 7 aprile 2017

Ceci speziati all'indiana



Ecco un piatto unico o un secondo profumatissimo e leggero, un modo di rivisitare i ceci rendendoli molto interessanti...non è infatti un mistero che a casa mia i ceci lessati semplicemente non fossero più così graditi, e allora ho trovato questa ricetta, in un libro di cucina indiana, e mi sono prontamente messa all'opera...il successo è stato del tutto inaspettato!
Già per il profumo di spezie che si sprigiona per tutta casa durante la cottura, ho notato un certo interesse da parte di tutti i familiari...una volta assaggiati questi ceci speziati, il verdetto è stato positivo!!!!




Servono:

ceci lessati
1 porro
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaino abbondante di curcuma
1 cucchiaino di chilly
1 cucchiaino di tandoori masala
peperoncino a piacere
una spolverata di zenzero
olio di semi
3 patate
acqua di cottura dei ceci
prezzemolo










Far appassire mezzo porro , tagliato a rondelle sottili, nell'olio di semi insieme allo spiccio d'aglio . Aggiungere tutte le spezie, far insaporire. Dopo alcuni minuti aggiungere i ceci, farli colorire nelle spezie, tagliare le patate a piccoli tocchetti e unirle ai ceci e alle spezie, regolate con l'acqua di cottura dei legumi e lasciate cuocere un quarto d'ora coperto. Mescolare di tanto in tanto. Trascorso il tempo controllate che il liquido sia evaporato, togliete dal fuoco, cospargete con prezzemolo tritato e servite







P.S. Le quantità delle spezie sono indicative, regolatevi a piacere, aggiungendo o togliendo secondo i vostri gusti.

lunedì 20 marzo 2017

Mini danubio con marmellata








Dolce a sorpresa....un cuore di marmellata di lamponi avvolto da una nuvola di pasta brioche soffice e vellutata...una meraviglia per i sensi.....come iniziare bene la giornata, sopratutto se la giornata è 
particolare....
Ottimo anche farcito di crema chantilly oppure con marmellata di arance amare.







Che cosa serve? Per una decina di pezzi:

250 g. di farina 2
30 g di zucchero
1 uovo
25 g di burro
110 ml. di latte
30 ml. di acqua
sale q.b.
2 g di lievito di birra disidratato
scorza di un limone grattugiato
marmellata o crema per farcire
zucchero a velo per spolverizzare

Mettere nella planetaria la farina, lo zucchero e il lievito, azionare la frusta a foglia alla velocità 1 per alcuni secondi, aggiungere l'uovo, il latte, l'acqua nella quale sciogliamo il sale e lavoriamo fino ad ottenere un composto appiccicoso.
A questo punto sostituire la frustra a foglia con quella a gancio e impastare per alcuni minuti fino a quando il composto non si incordi. Ora aggiungiamo la scorza del limone ed infine il burro e facciamolo assorbire bene.
Mettiamo il composto a lievitare fino al raddoppio. A questo punto dividiamolo in piccole palline che schiacceremo, riempiremo con una cucchiaiata di marmellata o crema e richiuderemo su se stesse e posizioneremo in un pirottino.
Lasciamole lievitare nuovamente per qualche ora e quando saranno ben gonfie, spennellare con uovo e cuocere a 180° per 20-25 minuti



spolverizzare con zucchero a velo una volta fredde....... e voilà!

Elenco blog personale

fan club

Visualizzazioni totali